domenica 28 dicembre 2008

Lacrime...

... non ne ho versata nemmeno una...
sono una persona fredda? insensibile? o più semplicemente non riesco a far mio il concetto di pietà, di perdono? Sono solo un fragile essere umano che crede che il perdono arrivi dal divino e non da esseri fatti di carne e sangue... a meno di non essere dei santi... ma credo sia proprio la capacità di perdonare che li rende santi. Ed io non mi reputo nemmeno lontanamente vicina al concetto di santità... sicuramente ci sono molte persone che hanno subito trattamenti peggiori di quelli che ho subito io e che sono comunque riuscite a perdonare.
Mi spiace io non sono così, non ci riesco.
Sarebbe naturale che una nipote piangesse per la morte del nonno, ma avrebbe dovuto essere naturale anche che il suddetto nonno la amasse...
Ho pochi ricordi di mio nonno, solo un paio, nessuna passeggiata con lui, nessuna coccola, nessun racconto... niente. Ma avrei pianto se non ci fosse stato quell'ultimo incontro con lui, vari mesi fa...
mi ha trattato male, mi ha detto un mucchio di cattiverie... avrei dovuto esserci abituata perchè fin da piccolissima è quello che ha fatto mia nonna: vomitare veleno su di me, mia sorella e mia madre... mio nonno non aveva mai preso le nostre difese, ma almeno non ne aveva mai dette di cattiverie. Invece quel giorno non solo ho subito le solite cattiverie di mia nonna (quel giorno ha sputato veleno anche su mio padre, il figlio) ma anche quelle di lui ed è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso: in quel momento ho deciso che l'avrei rivisto solo al suo funerale.
Mi ci vuole molto per prendere una decisione simile, continuo a dare seconde opportunità ad oltranza, ma poi quando la decisione è presa...
Domani mattina c'è il suo funerale ed io non ho versato nessuna lacrima.
Il ricordo dell'ultima volta che l'ho visto ha spazzato via i pochi ricordi decenti che avevo su di lui.